top of page
  • Studio Legale Bruschi

INDEROGABILE LA COMUNICAZIONE ALL’ENEA

Lo scorso 21 novembre la Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 34151, accoglieva il ricorso da parte dell’Agenzia delle Entrate verso un contribuente che aveva installato, grazie ai bonus edilizi previsti, l’impianto fotovoltaico e che, tuttavia, aveva comunicato tardivamente il tutto all’Enea.

La comunicazione deve essere fatta preventivamente e “costituisce adempimento inderogabile per ottenere l’agevolazione in ragione del doveroso onere del contribuente di osservare una diligenza media.”

Inoltre “la norma si pone un obiettivo di controllo sulla effettiva spettanza dell’agevolazione, in modo da impedire eventuali frodi e attribuire all’organo deputato allo svolgimento di tali controlli un termine congruo per l’adempimento.”

L’obbligo preventivo permette di verificare se “effettivamente i lavori, in quanto diretti effettivamente a salvaguardare l’ambiente risparmiando energia o producendola in maniera "pulita" risultino meritevoli di vantaggi fiscali”.

Il Fisco ha ritenuto dunque le spese non detraibili.

Predetta sentenza quindi pone l’attenzione sul fatto che l’invio dei documenti all’ENEA è un obbligo inderogabile che va assolto preventivamente, altrimenti si perde l’agevolazione.


Il nostro Studio è aggiornato sugli ultimi interventi normativi e sempre a disposizione per assistenza legale e per una specifica consulenza di settore.

Per maggiori informazioni e per rimanere sempre aggiornati, Vi invitiamo a consultate le nostre

news e ad iscriverVi alla newsletter nell’apposita sezione del sito.


Studio Legale Avv. Maria Bruschi

Dott.ssa Roberta Girardi

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page