• Studio Legale Bruschi

I COOKIE WALL SONO LEGITTIMI?

I cookie sono file di testo che i siti web, visitati da tutti noi, memorizzano sul pc dell’utente di internet cosicché, alla visita successiva, l’utente venga ritrasmesso a quel sito web.

Hanno diverse finalità tra cui monitoraggio delle sessioni, agevolare la fruizione dei contenuti, memorizzare informazioni ma anche la profilazione dell’utente con lo scopo di inviare a quest’ultimo pubblicità o messaggi che lo portino a compiere azioni di acquisto. I primi sono i cookie tecnici, i secondi invece sono di profilazione e per questi serve che l’utente fornisca il suo consenso in maniera libera, specifica, informata e inequivocabile.

Senza i cookie di profilazione l’accesso al sito dovrebbe essere comunque possibile, tuttavia, negli ultimi giorni, ha fatto molto scalpore la notizia che Repubblica, la nota testata giornalistica, ha inserito nel suo sito web, oltre al paywall ovvero la sottoscrizione di un abbonamento per fruire dei contenuti, anche il cookie wall ovvero l’obbligo da parte dell’utente di accettare di essere profilato per poter semplicemente navigare sulla homepage.

La pratica del cookie wall è ancora molto dibattuta: il Garante europeo lo considera una violazione, mentre quello francese dichiara di voler valutare caso per caso sull’utilizzo dei cookie wall, il Garante italiano invece lo considera del tutto illecito; tuttavia secondo le “Linee Guida dei Cookie” dello scorso 10 giugno “Il cookie wall, non consentendo di qualificare l’eventuale consenso così ottenuto come conforme alle caratteristiche imposte dal Regolamento, e segnatamente al suo art. 4, punto 11 con particolare riferimento al requisito della ‘libertà’ del consenso, è da ritenersi illecito, salva l’ipotesi da verificare caso per caso nella quale il titolare del sito offra all’interessato la possibilità di accedere ad un contenuto o a un servizio equivalenti senza prestare il proprio consenso all’installazione e all’uso di cookie o altri strumenti di tracciamento. E ciò alla irrinunciabile condizione della conformità dell’alternativa proposta ai principi del Regolamento codificati al suo art. 5, paragrafo 1, ed innanzitutto a quello di cui alla lettera a), che esige che i dati personali siano trattati in modo lecito, corretto e trasparente (principio di “liceità, correttezza e trasparenza”); in difetto, il cookie wall non potrà essere reputato in linea con la disciplina vigente”.

Attendiamo quindi novità per quanto riguarda Repubblica, tuttavia ad oggi se un utente vuole accedere al sito ha due alternative: accettare la profilazione o sottoscrivere un abbonamento.


Il nostro Studio è aggiornato sugli ultimi interventi normativi e sempre a disposizione per assistenza legale e per una specifica consulenza di settore.

Per maggiori informazioni e per rimanere sempre aggiornati, Vi invitiamo a consultate le nostre

news e ad iscriverVi alla newsletter nell’apposita sezione del sito.


Studio Legale Avv. Maria Bruschi

Dott.ssa Roberta Girardi





0 commenti

Post recenti

Mostra tutti